Stipendi troppo bassi: ecco perchè i consumi italiani non ripartono

Dopo l’editoriale di Mario Giordano, anche Il Fatto Quotidiano si è accorto che forse non è il Reddito di Cittadinanza la causa di tutti i mali in Italia (anche perchè, seppur approvata, la misura non partirà che fra qualche mese). Il vero problema sono gli stipendi troppo bassi dei giovani fino a 29 anni, al… Continua a leggere Stipendi troppo bassi: ecco perchè i consumi italiani non ripartono

Mario Giordano: gli stipendi troppo bassi, ecco la vera vergogna del nostro Paese

Interessante l’editoriale di Mario Giordano su La Verità: il vero problema non è il Reddito di Cittadinanza troppo alto, il vero problema sono gli stipendi troppo bassi. “Il Sole 24 Ore, quotidiano della Confindustria, è andato a pescare i dati dell’ Inps sulle retribuzioni. E così ha scoperto e stampato in color salmone che il… Continua a leggere Mario Giordano: gli stipendi troppo bassi, ecco la vera vergogna del nostro Paese

UE rivede le stime: in Italia nel 2019 il PIL crescerà solo dello 0,2%

La Commissione Europea rivede le stime di crescita per il 2019, con una nuova doccia fredda per l’Italia il cui PIL (Prodotto Interno Lordo) – secondo il rapporto UE – crescerà solo dello 0,2%, molto meno di quanto auspicato dal Governo a dicembre, che parlava di un 1% di crescita. L’Italia diventa così fanalino di… Continua a leggere UE rivede le stime: in Italia nel 2019 il PIL crescerà solo dello 0,2%

Il PIL Prodotto Interno Lordo: a cosa serve?

In questa pagina di Wikipedia trovi una spiegazione del PIL – Prodotto Interno Lordo – che cos’è, a cosa serve, perchè è un’importante dato per esprimere o simboleggiare il benessere di una collettività nazionale e il suo livello di sviluppo o progresso. CRITICHE E ALTERNATIVE AL PIL – Leggi articolo del Sole 24 Ore  

Italia ufficialmente in recessione: PIL negativo per il secondo trimestre consecutivo

L’Italia entra ufficialmente in recessione, dopo che la crescita del PIL (Prodotto Interno Lordo) registra un segno negativo per il secondo trimestre consecutivo (Ottobre-Dicembre 2018). Vacillano anche le previsioni del Governo, che ha fissato la crescita del PIL all’1% nel 2019. Leggi l’articolo del Messaggero Leggi l’articolo del Sole 24 Ore