No ai Coronabond, Consiglio UE rinvia decisioni per altre due settimane

Mentre la gente in Italia e negli altri Paesi continua a crepare di Covid-19, la Germania ribadisce il suo NO all’emissione di Coronabond o Eurobond per salvare l’economia devastata dalla pestilenza del Coronavirus.

Il Consiglio UE rinvia ogni decisione per 2 settimane, tra l’ira di Giuseppe Conte, che – alla proposta di utilizzare il Mes – dichiara “Strumenti del passato, potete anche tenerveli”.

Non sarebbe il caso di uscire adesso dall’Unione Europea e dall’Euro? Tanto, siamo già fottuti per il Coronavirus. Una volta passata la pandemia, saremo tutti poveri e in fila alla mensa della Caritas per un piatto di minestra, allora se ci dev’essere il tracollo, facciamo schiattare l’Unione Europea una volta per tutte!

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/26/consiglio-europeo-dopo-sei-ore-lintesa-e-su-un-rinvio-di-2-settimane-conte-strumenti-del-passato-ve-li-potete-tenere/5750411/

Capitolazione o Italexit, ormai non ci sono altre alternative

Capitolazione: accettare il Mes, e quindi diventare schiavi dell’Unione Europea, oppure fare Italexit, uscire dall’Euro e dall’Unione Europea. Sono solo queste due le alternative attuali, secondo il giornalista Giuseppe Masala, nel suo articolo su L’Antidiplomatico.

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-capitolazione_mes_o_italexit_a_questo_punto_non_ci_sono_pi_alternative/29296_33649/

 

Pandemia Coronavirus: si ritorna a parlare di Italexit

Pandemia Coronavirus : ITALEXIT

Si ritorna ad invocare l’ITALEXIT, dopo che l’Unione Europea non ha minimamente difeso l’Italia in piena crisi Coronavirus, ma anzi l’ha esposta agli attacchi speculativi con folli dichiarazioni che hanno fatto bruciare miliardi alle borse e precipitare ancora di più nel baratro la nostra già fragile economia.

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/europa-fatta-maglie-chiunque-dica-che-quando-sara-finita-229968.htm

https://www.exportplanning.com/it/magazine/article/2017/12/22/popolazione-mondiale-e-trend-demografici-ecco-come-sta-cambiando-il-mondo/

https://www.ilsole24ore.com/art/nasce-nuovo-ordine-mondiale-sotto-segno-dell-incertezza-ADX5MOC

https://www.wallstreetitalia.com/tag/nuovo-ordine-mondiale/

 

Il Coronavirus cambia i sentimenti della gente verso l’Unione Europea: Salvini rilancia Italexit

L’emergenza Coronavirus sta cambiando anche i sentimenti delle persone nei confronti dell’Unione Europea, che si dimostra sempre meno Unione e sempre più propensa ad abbandonare alcuni Paesi, tra cui l’Italia.

Per questo, la Lega di Matteo Salvini torna a parlare di Italexit, evocando l’uscita dell’Italia dall’Euro e dall’Unione Europea.

https://www.affaritaliani.it/politica/salvini-rilancia-l-uscita-dall-europa-il-coronavirus-cambia-anche-la-lega-656791.html

 

Enrico Letta continua ad aver paura della vittoria di Salvini e della possibile Italexit

Nonostante in piena emergenza Coronavirus l’Italia sia stata – per l’ennesima volta – completamente abbandonata a sè stessa dall’Unione Europea, c’è chi si ostina a difendere questo organismo che di Unione ha solo il nome.

E’ il caso di Enrico Letta,  ex vicesegretario del PD – Partito Democratico, che forse qualcuno di voi ricorderà perchè per meno di un anno è stato Presidente del Consiglio dei Ministri, guidando il Governo dal 28 Aprile 2013 al 22 Febbraio 2014.

In un’intervista rilasciata a Di Martedì, popolare trasmissione in onda su La7, Letta si dice preoccupato di un’eventuale vittoria dei partiti di destra, Lega di Matteo Salvini e Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, soprattutto perchè questa eventualità ci potrebbe portare diritti all’Italexit.

Leggi qui l’articolo completo di Askanews

 

Elezioni inglesi: la Brexit più vicina. Potrebbe innescarsi un effetto domino?

Gli exit poll delle elezioni britanniche danno come vincitore assoluto Boris Johnson (Conservatori) con 368 seggi, maggioranza assoluta in Parlamento.

A questo punto, se questo risultato fosse confermato e le promesse pre-elettorali saranno rispettate (e non abbiamo motivo di non crederlo, visto che non stiamo parlando dei politici italiani), partirà il processo per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea (Brexit), già decisa dal popolo nel 2016 tramite referendum, ma poi continuamente slittato per problemi politici interni.

L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea potrebbe scatenare un effetto domino?

https://www.dailymail.co.uk/news/article-7786809/Exit-poll-shows-Boris-Johnson-track-WIN-crucial-election.html

Borghi (Lega): “Uscire dall’Euro farebbe bene all’Italia”

21 Agosto 2019 – Ore 15.00
Borghi (Lega): “Uscire dall’euro farebbe bene all’Italia”

“L’euro è la valuta sbagliata per l’Italia, uscire dall’Euro farebbe bene al nostro Paese”: lo afferma il presidente leghista della Commissione Bilancio della Camera Claudio Borghi in un’intervista al magazine tedesco Capital, secondo quanto riferisce un comunicato della rivista ripreso anche dall’agenzia tedesca Dpa.

Certo, spiega Borghi, “un’uscita si potrebbe compiere solo se avessi la legittimità democratica per farlo, ad esempio vincendo un’elezione con più del 50 per cento o se fossi costretto a farlo per motivi di sicurezza nazionale”

Leggi articolo completo sul Fatto Quotidiano

 

Francesco Storace sul Secolo d’Italia: Europa ostile a Italia, Italexit necessaria

Francesco Storace firma l’articolo “L’Italexit lo fa l’Europa. Prima o poi dovremo chiederci che ci restiamo a fare”, pubblicato sul Secolo d’Italia.

Europa ostile. Ostile al popolo italiano, ostile alle sue scelte e persino ai programmi che ha votato. Europa irridente, che premia chi perde. Europa nemica, che rimette nel cassetto la procedura d’infrazione in cambio della promessa di non abbassare le tasse.

Solo Giuseppe Conte può raccontare la panzana di un ruolo importante dell’Italia in Europa dopo lo spettacolo delle nomine. Unico nostro connazionale ai vertici comunitari, David Sassoli. Deputato europeo, ma dell’ala sconfitta in Patria, presidente dell’assemblea di Strasburgo. Un’umiliazione cocente per milioni di italiani che avevano pensato di liberarsi del Pd. E alla povera Lega nemmeno una vicepresidenza d’aula…

Leggi articolo completo sul Secolo d’Italia

 

Indagine de La Stampa: un italiano su tre rivuole la lira, cresce il populismo e l’Europa vacilla

Il Centro Studi Community Group ha realizzato un’indagine per il quotidiano torinese La Stampa, dal titolo LaST (Laboratorio sulla Società e il Territorio).

Il risultato è che quasi un italiano su due oggi farebbe un referendum per l’Italexit, l’uscita del nostro Paese dall’Unione Europea, mentre un italiano su tre vorrebbe uscire dall’Euro e ritornare alla vecchia lira.

 

Stiglitz: Europa spinge Italia ad accettare i soldi cinesi

Il premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz espone le sue teorie – sempre, come dire, fuori dal coro – ad Huffington Post (Huffpost) nell’articolo “E’ l’Europa che sta spingendo l’Italia ad accettare i soldi cinesi”.

Secondo il famoso economista, se l’Italia esce dall’Euro è una tragedia per l’Europa, mentre se rimane è una tragedia per l’Italia.

Leggi l’articolo “E’ l’Europa che sta spingendo l’Italia ad accettare i soldi cinesi”